sei in: home page » rischi industriali » il rischio industriale Stampa

Il rischio industriale

Il rischio industriale rappresenta l'insieme delle pressioni causate dal determinante industriale che potenzialmente possono alterare la condizione dei sistemi ambientali e delle loro risorse (stato), inducendo in tal modo una serie di impatti sulla salute umana, sugli ecosistemi, sulla biodiversità e, in una scala maggiore, anche sul clima.

La mitigazione degli effetti indotti sull'ambiente dal determinante industriale non può che reggersi su due pilastri principali: le attività di analisi degli impatti potenziali (primo pilastro) e le attività di prevenzione, protezione e controllo dei processi produttivi (secondo pilastro). Il percorso deve quindi iniziare con la messa in campo di un adeguato sistema di regole che consentano agli organismi all'uopo deputati di stabilire ex ante il potenziale impatto determinato da un insediamento industriale, per poi proseguire consentendo in un secondo momento agli stessi organi di impostare e gestire ex post un efficace sistema di controllo del rispetto delle regole precedentemente stabilite.

Si tratta indubbiamente di una partita tutt'altro che facile, le cui variabili in gioco risultano spesso condizionate da fattori intrinseci ai variegati processi industriali sottoposti al controllo, che ARPA FVG si trova quotidianamente ad affrontare e gestire in ossequio a quelli che sono i suoi compiti istituzionali e la sua mission aziendale.

Per quanto concerne il primo pilastro, si fa riferimento principalmente ai procedimenti di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), entrambi compiutamente regolamentati dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., con i quali il legislatore ha fornito alle autorità preposte tutti gli strumenti necessari alle analisi ex ante su quelli che, ancor prima della effettiva realizzazione dell'opera ovvero dell'attività industriale, possono essere i potenziali impatti indotti sull'ambiente circostante.

Nel secondo pilastro si individuano invece gli aspetti caratteristici del controllo in esercizio degli impianti industriali autorizzati, che nalla fattispecie vengono in questa sezione suddivisi nelle seguenti due macro categorie:

  • Impianti soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)
  • Impianti a Rischio di Incidente Rilevante

Di seguito si riporta una schematizzazione concettuale, basata sul modello D.P.S.I.R., riferita alle due macro categorie sopra evidenziate.

rischi_dati_amb2



ultimo aggiornamento: martedì 26 marzo 2013