sei in: home page » archivio news Stampa
24 NOVEMBRE 2021

La “Settimana dell’aria pulita” : sette regioni del Nord Italia in azione per migliorare la qualità dell’aria del Bacino Padano

C’è aria per te

È in corso la “Settimana dell’aria pulita”: dal 22 al 28 novembre 2021 le comunità del Bacino Padano entrano in azione per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo.

 

Il Bacino del Po rappresenta una zona critica per la qualità dell’aria, in quanto è un territorio densamente popolato e intensamente industrializzato. Per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico, le regioni del bacino Padano, tra cui anche il Friuli Venezia Giulia, hanno aderito al progetto europeo Life PrepAir e hanno pianificato azioni comuni per limitare le emissioni nei prossimi anni. Una di queste è la campagna di sensibilizzazione “C’è aria per te!” che ha il suo culmine proprio nella Settimana dell’aria pulita. 

 

In queste giornate cittadini, enti, associazioni, aziende e scuole saranno chiamati a realizzare azioni concrete per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria.

 

Cosa possiamo fare per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo?
Ecco alcuni consigli, perché così come tutti contribuiamo all’inquinamento atmosferico, allo stesso modo possiamo contribuire a migliorare la qualità dell’aria con semplici scelte quotidiane.

 

Riscaldamento domestico

Riducendo di un solo grado la temperatura all’interno di un’abitazione, riduciamo di circa il 6% le nostre emissioni di inquinanti in atmosfera dovute all’utilizzo della caldaia. Un maglione in più e un grado in meno possono essere un utile approccio nell’attesa di avere abitazioni ad alta efficienza energetica.

 

Utilizzo del riscaldamento a legna

La legna è un combustibile troppo prezioso per essere utilizzato male. Impariamo a non caricare troppo le stufe a ciocchi: lasciamo abbastanza spazio tra i diversi pezzi e soprattutto accendiamo la pira di legna dall’alto: ridurremo in maniera drastica l’emissione di fumo, per la salute nostra e dei vicini. Ricordiamo inoltre di utilizzare solo legna vergine non trattata e secca. Le stufe non sono degli inceneritori.

 

In cucina

Quando cuciniamo la pasta, non è necessario lasciare il fuoco acceso per tutto il tempo di cottura indicato dal produttore della pasta, questa cucina bene anche a temperature inferiori ai 100 °C. Spegnendo il fuoco alcuni minuti prima che sia trascorso il tempo di cottura (mettendo un coperchio sulla pentola) otterremo comunque un buon piatto e ridurremo significativamente le emissioni di inquinanti all’interno delle nostre case.

 

In automobile

Avvicinandoci a destinazione, ad uno stop o ad un semaforo utilizziamo l’abbrivio, ovvero lasciamo che la vettura proceda staccando il piede dall’acceleratore, dobbiamo comunque rallentare, non sempre è necessario farlo frenando all’ultimo momento.

In generale, una guida tranquilla, senza continue accelerazioni e decelerazioni, comporta una significativa riduzione nelle emissioni (anche del 15-20%). Molte volte basta partire una decina di minuti prima per poterci permettere di arrivare a destinazione comodamente senza una guida “sportiva”, risparmiando soldi, salute e in sicurezza.

 

Per aderire a questo grande evento per la qualità dell’aria:

  1. visita il sito www.ariaxte.it, scegli un’azione e mettila in atto nella Settimana dell’aria pulita o nelle settimane successive
  2. scatta una foto che documenti il tuo impegno e caricala sul sito insieme a una breve descrizione. C’è tempo fino al 31/12/2021.

 

>> Guarda il video ufficiale: https://youtu.be/XBcXxK5LbJA