sei in: home page » archivio news » Terremoto a Zagabria, nessun segnale anomalo alla centrale di Krško Stampa

Terremoto a Zagabria, nessun segnale anomalo alla centrale di Krško

22/03/2020
Andamento della radioattività in aria misurata dalla centralina gamma installata presso il laboratorio ARPA FVG di Udine. Dati del periodo 19-22 marzo (ultima misura ore 07:40)

Alle ore 6.24 di questa mattina, domenica 22 marzo, si è verificato un terremoto di magnetudo 5.1 nei pressi di Zagabria (Croazia), seguito da successive scosse di assestamento di minore intensità.

L’Agenzia per la sicurezza nucleare della Repubblica Slovena (SNSA) segnala che non è stata rilevata alcuna anomalia alla centrale nucleare di Krško.

Appena giunta notizia dell’evento Arpa ha effettuato la lettura delle proprie strumentazioni di misura della radioattività gamma in aria, strumentazioni attive h24. La radioattività in aria misurata dalla centralina installata presso il laboratorio di Udine è assolutamente regolare, con variazioni dovute esclusivamente alla radiazione naturale di fondo (vedi figura). Ulteriori verifiche verranno fatte nel tardo pomeriggio.

In una nota informativa SNSA segnala che il personale addetto all’impianto termonucleare di Krško ha ispezionare tutti i sistemi e le strumentazioni della centrale, senza rivelare alcuna deviazione dalle condizioni normali di funzionamento; la strumentazione di controllo non ha registrato alcun allarme. SNSA informa anche che la centrale termonucleare di Krško continua ad operare a pieno regime.

Si ricorda che tra Italia e Slovenia è attivo un accordo bilaterale che prevede, in caso di incedente alla centrale di Krško, l’invio immediato di una informativa all’ ISIN, l’Ispettorato nazionale per la sicurezza e la radioprotezione, che a sua volta lo trasmetterà ad Arpa per le verifiche del caso.

> Comunicato Arpa FVG