sei in: home page » archivio news » Terremoto a Zagabria, nessun segnale anomalo alla centrale di Krško - Aggiornamento Stampa

Terremoto a Zagabria, nessun segnale anomalo alla centrale di Krško - Aggiornamento

22/03/2020
Andamento della radioattività in aria misurata dalla centralina gamma installata presso il laboratorio ARPA FVG di Udine. Dati del periodo 19-22 marzo (ultima misura ore 16:35)

La radioattività in aria misurata dalla stazione di monitoraggio Arpa di Udine, non rileva alcuna variazione rispetto ai valori di fondo naturale.

La seconda verifica effettuata nel pomeriggio odierno, domenica 22 marzo, dal Centro Regionale per la Radioprotezione di Arpa, conferma che il terremoto di magnetudo 5.1 verificatosi alle 6.24 nei pressi di Zagabria (Croazia) non ha causato anomalia alla centrale nucleare di Krško.

L’analisi di spettrometria gamma del particolato atmosferico raccolta da giovedì ad oggi non evidenzia alcuna presenza di radionuclidi artificiali al di sopra della minima attività rilevabile. Nessun valore anomalo neppure per la radiazione gamma in aria (vedi figura).

Il Centro Regionale per la Radioprotezione è il nodo per il Friuli Venezia Giulia della rete nazionale per il controllo della radioattività ambientale, sia in situazioni ordinarie che in caso di emergenza. Il centro è operativo h24.

L’Agenzia per la sicurezza nucleare della Repubblica Slovena (SNSA) ha già inviato comunicazione all’Ispettorato nazionale per la sicurezza e la radioprotezione (ISIN) d’aver ispezionato tutti i sistemi e le strumentazioni della centrale, senza rivelare alcuna deviazione dalle condizioni normali di funzionamento; la strumentazione di controllo non ha, inoltre, registrato alcun allarme.

Andamento della radioattività in aria misurata dalla centralina gamma installata presso il laboratorio ARPA FVG di Udine. Dati del periodo 19-22 marzo (ultima misura ore 16:35)
> Comunicato Arpa FVG